L’incisione

Lorenzo Zangheri si avvicina alla calcografia ad inizio del 2019. Invitato ad un confronto multidisciplinare nel gruppo “Radura” nella natale Spoleto, scopre tale tecnica del tutto compatibile con il proprio stile e temi trattati.
Tra tutte le tecniche sperimentate, Lorenzo predilige l’acquaforte. Il supporto scelto è lastra di rame e, sporadicamente, lastra di zinco.

Nell’acquaforte Lorenzo acquisisce in breve tempo autonomia nella gestione di tutte le fasi di preparazione e produzione della lastra, nonché della stampa; particolare attenzione, riserva alla fase di verniciatura della lastra e quindi di incisione vera e propria, per la quale costruisce un proprio strumento di lavoro. Altrettanta accortezza riserva alla fase di morsura: i bagni in “acquaforte” a cui le lastre incise da Lorenzo sono sottoposte, possono arrivare anche a 10, ognuno con il proprio tempo di morsura.

Il supporto cartaceo per la stampa a torchio finale è comunque carta rosaspina 220 gr.